Stelle Cadenti


Ferie? Quali ferie? Agosto a casa e serate fuori citta' per sfuggire all'afasol.
Il mio desiderio per la notte di San Lorenzo e' stato di quello di avere una lucida risposta per quando raccontero' a mia nipote, annoiandola a morte, di cosa furono i miei anni. Favolosi anni di pattume, piccola mia.
L'estremismo liberista aveva diffuso diffidenza, corruzione e spregiudicatezza nelle relazioni interpersonali minando il senso di fiducia, dell'amicizia e della tolleranza, minando il 'sociale'.

"Nonno, posso esprimere il desiderio di essere una nuvola?"

Liberismo aveva preso a significare liberta' di fare cio' che si voleva piegando la legge grazie al potere. E ce l'avevano tutti con le regole che intralciavano, con la Costituzione, con la Legge, che spesso era detta "comunista", anche se erano 10 anni - cazzarola, gia' dieci anni - che non esisteva piu' il muro di Berlino.

Eccovi TARGI!!!

"Nonno, posso chiamare quella stella Uguaglianza?"

Ma le raccontero' anche che l'era Elettronica ridimensiono' pian piano la straripante etica, epica ed estetica commerciale del ciao-quanto-guadagni, della Fetta totem di Mercato e del produci-consuma-crepa. E che le persone depositarie della lealta', dell'onesta' e del rispetto verso il prossimo, proprio come gli animali rari ("eh, lui si' che e' una persona come quelle di una volta!") furono messi in zone di ripopolamento al riparo dei sistematici tentativi di ridurre i reati fiscali e corruttivi a capricciosi optional giudiziari.
Fino a ricostruire dopo molti anni una societa' piu' giusta.
"Nonno, mi caghi? Ma con chi stai parlando?"

Eccomi eccomi. Dov'e' che cadono le stelle?

Marcello TARGI


PEPPER. Humor e polemica a fin di bene. Magari mensile!, n22.